CONVEGNO “NO PROBLEM”, U.DI.CON. A MODENA PER DENUNCIARE LA PRESENZA DI BARRIERE ARCHITETTONICHE

Roma , 25/05/2017 – Si è tenuto a Modena, venerdì 19 maggio presso la sala Pucci, in Largo Pucci, 40 il 1° Convegno organizzato dall’U.Di.Con. sul tema della disabilità, che rientra nel progetto “No problem-Assistenza, informazione, incontri con le Associazioni dei consumatori”.

Il convegno, a cui hanno partecipato i consumatori e gli studenti del  “Convitto Nazionale Rinaldo Corso” di Correggio di Modena, ha visto alternarsi al tavolo dei relatori il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con., Denis Nesci, il Segretario Nazionale, Avv. Dario Giordano, il Responsabile Regionale dell’U.Di.Con Emilia-Romagna, Vincenzo Paldino, il Responsabile provinciale dell’ANMIC  (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civile) di Modena, l’Arch. Gaetano Venturelli, esperti e legali dell’U.Di.Con. che hanno approfondito le problematiche più rilevanti del tema.

Gli interventi da parte dei relatori hanno messo in luce non solo una scarsa applicazione della normativa relativa all’accessibilità delle persone affette da disabilità, riscontrata nei luoghi pubblici e privati ma, a ciò, si aggiunge anche il vuoto normativo riscontrato in alcuni settori che impediscono ai disabili di poter deambulare in autonomia.

Questi alcuni degli spunti che hanno dato il via al dibattito coinvolgendo la platea, un confronto dal quale è emerso un aspetto importante, legato all’idea secondo cui che non è tanto la menomazione fisica e sensoriale a causare la disabilità, ma piuttosto il fallimento della società nell’integrare aspetti naturali della diversità della persona.

È stato inoltre rimarcato l’importante ruolo svolto dalle associazioni dei consumatori che diventano non solo fondamentali nella prima fase di segnalazione, ma molte volte anche risolutive, agendo da intermediario tra le richieste dei consumatori-utenti e delle istituzioni.

L’U.Di.Con. ha inoltre sottolineato ai presenti il dovere di ogni cittadino di denunciare la presenza di barriere architettoniche laddove vengono riscontrate, nell’ottica di promuovere politiche attive ed aiutare concretamente coloro i quali tutti i giorni combattono per affermare i propri diritti, un gesto che può essere effettuato in pochi minuti semplicemente scattando una foto dal proprio smartphone e caricata sull’App “No problem Udicon”, al resto della segnalazione penserà l’Associazione.