“No Problem”, U.Di.Con.: il tour dei convegni si è concluso a Reggio Calabria

“No Problem”, U.Di.Con.: il tour dei convegni si è concluso a Reggio Calabria

Reggio Calabria, 13 giugno 2017 – Si è concluso il tour di convegni previsti nel progetto “No Problem” sul tema delle barriere architettoniche.

L’ultima tappa si è svolta a Reggio Calabria presso l’IPSIA E. Fermi in Viale Laboccetta. L’incontro ha preso il via con gli interventi della Dirigente Scolastica dell’Istituto Anna Rita Galletta e dal Presidente Regionale U.Di.Con. Calabria, Giovanni Guerrera.

Si è parlato di barriere architettoniche e di quanto sia necessario prevedere per la città di Reggio Calabria e per tutta la Calabria, un piano atto a ridurre al minimo la presenza di questi ostacoli in città.

Grazie al contributo dell’architetto Lucia Nocera, Assessore alle politiche sociali, è stato approfondito il tema del Welfare inclusivo, poi scandito dal cronoprogramma dell’Assessore ai Lavori Pubblici, la dottoressa Angela Marcianò.

E’ stata poi la volta dell’avvocato Angelo Marra, che con il suo intervento ha evidenziato con precisione le criticità territoriali in riferimento alle barriere architettoniche.

Il Presidente della D.P.I., Disabled People’s International, Rita Barbuto, ha spostato l’attenzione sulla convenzione O.N.U. sul diritto delle persone con disabilità, approfondito in parte dall’avvocato Francesca Minasi, consulente U.Di.Con., che è poi andata nel dettaglio della normativa vigente in materia di barriere architettoniche.

Per concludere la parte più tecnica è intervenuto il Dottor Pietro Caridi, Perito Tecnico Industriale, che ha affrontato il tema della sicurezza sui luoghi di lavoro pubblici con riferimento particolare al settore scolastico.

Hanno concluso i lavori, il contributo del Segretario Nazionale U.Di.Con., l’avvocato Dario Giordano, che ha traslato il discorso delle barriere architettoniche sulle esperienze avute direttamente sul campo, con le tante problematiche esposte dai cittadini presso l’associazione.

Il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci, ha con forza ribadito l’importanza di dover dare priorità alla risoluzione di questa problematica, partendo non solo dai cambiamenti alle strutture territoriali, ma anche dalla sensibilizzazione.

Lanzada, area giochi accessibile a tutti

Lanzada, area giochi accessibile a tutti

Dopo mesi di richieste e tavole rotonde è stata finalmente aperta nella mattinata di sabato scorso 20 maggio 2017 un’area giochi accessibile a tutti i bambini, studiata soprattutto per chi ha delle disabilità. L’evento è stato curato e promosso dall’amministrazione comunale che ha contribuito maggiormente allo sviluppo di questo importante progetto.

Il sindaco di Lanzada Marco Negrini si è detto soddisfatto del traguardo raggiunto, che costituisce un importante tassello del mosaico della società civile, prendendo a riferimento, sempre in Valtellina, al progetto realizzato lo scorso anno nel comune di Torre di Santa Maria, dove in località Basci è stata creato il parco giochi Torre dei Basci, la prima area ludica priva di barriere architettoniche.

Nella giornata di sabato scorso è stata inoltre presentata un’importante creazione che dovrebbe facilitare l’alpinismo a chi è affetto da difficoltà motorie, la joëlette, una carrozzina speciale per andare in montagna, di particolare esigenza soprattutto nel valtellinese che è prevalentemente una regione alpina.

L’esperienza di Lanzada conferma ancora una volta che moltissimi comuni italiani stanno facendo considerevoli passi avanti nella tutela dei diritti delle persone non normodotate, in particolare quelle appartenenti alla fascia dell’infanzia, che meritano attenzione per via dell’età in cui si trovano.