Catania, a Palazzo Chierici barriere architettoniche insormontabili

Catania, a Palazzo Chierici barriere architettoniche insormontabili

Le proteste di molte persone disabili hanno acceso le luci su Palazzo Chierici, struttura invidiabile a Catania ma che, sfortunatamente, presenta molte barriere architettoniche, alcune delle quali insormontabili. Per anziani e portatori di handicap è così diventato praticamente impossibile raggiungere uffici della Tari e della Tesi, entrambi presenti al secondo piano della struttura. Di un ascensore o di un montacarichi neanche l’ombra, è possibile dunque raggiungere il secondo piano solo grazie ad una scalinata pericolosa e molto ripida.

In passato era stato proposto lo spostamento degli uffici dal secondo piano al piano terra, soluzione ottimale per tutti e priva di qualsiasi tipo di costi. Nonostante tutti gli aspetti positivi dell’eventuale spostamento, la richiesta non è mai stata presa in considerazione. Il risultato, di seguito, sono le continue proteste di anziani e disabili, esasperati dal menefreghismo delle Istituzioni. E’ direttamente il personale degli uffici ad aiutare le persone a raggiungere il secondo piano, con tutti i rischi del caso.

Gli scalini sono molti e risulterebbero faticosi per chiunque, a maggior ragione per un disabile o un anziano. La situazione è sconcertante ed in questi giorni la visita delle consorti dei Capi di Stato potrebbe essere un buon motivo per dare nuovo risalto alla problematica e accelerare i lavori che potrebbero portare alle ovvie soluzioni già valutate in passato ma mai attuate.